CIPP – Impianti di lavaggio C.I.P. automatici

CIP sta per clean-in-place, si tratta di impianti di lavaggio industriale destinati principalmente all’industria alimentare, che, per mezzo di acqua e soluzioni chimiche, permettono di lavare automaticamente le linee e i macchinari ad essi interconnessi.

Gestito tramite PLC su HMI con schermo LCD touch-screen da 12” a colori dal quale è possibile controllare in tempo reale su P&ID lo stato delle valvole, lo stato delle pompe, la percentuale di apertura delle valvole modulanti, le temperature, la portata istantanea, il livello nei serbatoi, la percentuale delle soluzioni, lo stato del plc etc..

Inoltre l’impianto può essere comandato in modalità “manuale/semi-automatica”, nella quale l’operatore può forzare/attivare/disattivare/modificare i componenti del P&ID Questa modalità serve principalmente per agire nel modo opportuno in caso di imprevisti ma permette ad un operatore esperto di condurre in modo completamente indipendente dall’automazione.

Dotato dei seguenti cicli automatici:

  • Ripristino automatico dei livelli, delle temperature e delle concentrazioni dei serbatoi.
  • 10 ricette, con le seguenti fasi:
    • primo risciacquo, con acqua recuperata dal risciacquo finale precedente.
    • lavaggio basico, con sistema di recupero/ricircolo/scarico delle soluzioni.
    • risciacquo intermedio.
    • lavaggio acido, con sistema di recupero/ricircolo/scarico delle soluzioni.
    • risciacquo intermedio.
    • lavaggio con sanificante con sistema di recupero/ricircolo/scarico.
    • risciacquo finale, con recupero dell’acqua pulita.
  • Modificare la portata.
  • Modificare la temperatura di riscaldamento di ogni fase.
  • Modificare i tempi di lavaggio di ogni fase.
  • Saltare una o più fasi.
  • Impostare un tempo di pausa della mandata, tra una fase e la successiva.
  • Linea di mandata automatica con regolazione della portata e della temperatura.
  • Linea di ritorno automatica con:
    • recupero delle soluzioni cariche.
    • ricircolo delle soluzioni in esaurimento (reinvio alle utenze).
    • scarico delle soluzioni esauste.
    • recupero dell’acqua pulita.
    • ricircolo dell’acqua in sporcamento (reinvio alle utenze).
    • scarico dell’acqua sporca.
    • inizio del conteggio del tempo di lavaggio chimico solo al ritorno delle soluzioni al CIP

TABELLA

MODELLOCAPACITÀ CONSUMO ENERGETICO (POMPA)PRESSIONE UTILE 
[bar]
CAPACITÀ CALORIFERA
CIPP1515000 L/h4 kW2,8 < 3,2 < 3,4192 kW
CIPP2020000 L/h5,5 kW3,3 < 3,8 < 3,9302 kW

Tabella opzioni serbatoi Impianto C.I.P.

MODELLOQUANTITÀ/ CAPACITÀPRODOTTI
CIPP15

N° 1 Serbatoio diviso a metà

  1. Soluzioni basiche
  2. Soluzioni acide
CIPP15

N° 4 serbatoi

  1. Soluzioni basiche
  2. Soluzioni acide
  3. Soluzioni disinfettanti
  4. Acqua recuperata dal ciclo precedente
CIPP20N° 3 Serbatoi
  1. Soluzioni basiche
  2. Soluzioni acide
  3. Acqua recuperata dal ciclo precedente
CIPP20N° 4 Serbatoi
  1. Soluzioni basiche
  2. Soluzioni acide
  3. Soluzioni disinfettanti
  4. Acqua recuperata dal ciclo precedente
CIPP20N° 5 Serbatoi
  1. Acqua potabile
  2. Soluzioni basiche
  3. Soluzioni acide
  4. Soluzioni disinfettanti
  5. Acqua recuperata dal ciclo precedente